La gente è il più bello spettacolo…

…Sono venuto da Casablanca in Italia nascosto dentro ad un container…Quand’ero ragazzino, nel mio paese avevo la passione per la boxe. Caso vuole, che appena arrivai qua a Torino, mi rifugiai in una palestra di king-boxe, dove dormivo, mangiavo e incominciai a fare incontri..-Parlava un italiano corretto, mostrava un volto sorridente, avrà avuto trenta quarantaContinua a leggere “La gente è il più bello spettacolo…”

Vota:

Mondo ladro!!!

Lunghe ombre proiettate sulla via caratterizzavano il pomeriggio intanto che in alto scie d’aerei si dissolvevano con difficoltà.Fu in quel momento che da di fronte vidi arrivare un signore, con se portava zaino e valigetta in legno. Lo zaino lo caricai dentro il cofano del taxi, la valigetta la volle tenere con se.Era agitato, disseContinua a leggere “Mondo ladro!!!”

Vota:

Sguardi

Durante quel breve tragitto in taxi uno dei due passeggeri seduti dietro parlava del più e del meno, intanto che l’altro continuava a fissarmi attraverso lo specchietto.Lo faceva toccandosi le labbra con la lingua. In silenzio.L’amico conversava non curante della palese attenzione che il compagno mi stava manifestando. Come se non se ne accorgesse, nonContinua a leggere “Sguardi”

Vota:

Nella Nebbia

Avevo incominciato a fare il tassista da poco tempo.Quella volta ricordo esserci una fitta nebbia, intanto che fermo presso un posteggio taxi attendevo nella periferia della città.Non appena arrivò la chiamata “sul sistema” mi recai presso l’indirizzo indicato.Ad aspettare c’era un signore non vedente, il quale domandò d’essere accompagnato in una località appena fuori città.GiuntiContinua a leggere “Nella Nebbia”

Vota:

Il leone della Turchia

Fermo presso un posteggio taxi, un po’ smanettavo sul tablet e in parte osservavo l’attorno, quando, tre signori salirono a bordo domandandomi di accompagnarli all’aeroporto…Durante il tragitto parlammo…con un inglese impeccabili loro, e un “maccheron-haw-old-are-you” io.I tre provenivano dalla Turchia e si erano fermati qua in città giusto per un paio di giorni.Anche se eranoContinua a leggere “Il leone della Turchia”

Vota:

Tra domani e ieri…

Pannella stava portando avanti l’ennesimo sciopero della fame.Torino equivaleva a sinonimo di Fiat, e viceversa.. La Rinascente, insieme all’Impera facevano da ritrovo “taglioni”.Più o meno gli anni erano quelli.Gli anni ’80.L’urlo di Tardelli riempiva i rotocalchi; e nei decenni a venire sarebbe stato trasmesso, ritrasmesso e riTritagoooooolll..Lungi dalla Lira pensar che sarebbe stata rimpiazzata unContinua a leggere “Tra domani e ieri…”

Vota:

Il Ragazzino

Son li che staziono al posteggio Taxi in piazza Vittorio (“Vitto” per i fanciulli), sotto un acquazzone primaverile, quando arriva un ragazzetto sui 16-17 anni, sano, robusto, in auge.Salito sul mezzo domanda d’essere accompagnato in via Po angolo via Bogino .Devo percorrere tre-quattrocento metri di strada, con portici in entrambi i lati a far daContinua a leggere “Il Ragazzino”

Vota:

Gocce

Il sistema lancio-corse avvisò comunicando l’indirizzo di dove mi sarei dovuto recare.Giunto sul posto salì a bordo un volto noto, molto noto.Autore a livello internazionale di capolavori musicali; con la sua musica ci son cresciuto.Non appena presi a guidare pensai:“Gli faccio sapere che l’ho riconosciuto, oppure taccio?”.Scelsi la seconda, oltretutto lui era impegnato col cellulare.CiContinua a leggere “Gocce”

Vota:

Riflessioni allo Specchietto

Il Grattacielo e la Mole: Tempo fa mi trovavo fermo col taxi al semaforo di corso Vittorio angolo corso Bolzano, accanto s’innalzava il grattacielo San Paolo: bianco, alto.A spiccare sulla città, insieme alla Mole.Anni di lavori per costruirlo e opinioni disparate tra chi fosse favorevole e chi invece contrario.Personalmente, adesso che lo vedevo lì, daContinua a leggere “Riflessioni allo Specchietto”

Vota:

Vigilia di Natale

In piazza San Carlo un soffice manto di neve stava neutralizzando i colori arrotondando le forme al Caval ‘d Brons. Il bianco aveva preso il sopravvento facendo diventare per qualche ora la città un paesaggio da fiaba.Anche la gente era euforica, nell’immediato, per non parlare poi dei bambini. Il bianco stava uniformando tutto, facendo raggiungereContinua a leggere “Vigilia di Natale”

Vota: