Gesù sta arrivando

Da qualche anno si trovano in giro scritte su foglietti riportanti questa annunciazione: “Gesù stà arrivando”.L’autrice è una immigrata che vuole evangelizzare l’Italia.Ha treccine bionde che scendono sulle spalle ed occhi espressivi. Desiree, cinquantaquattrenne originaria del Camerun, arrivata in Italia dal 2001, si aggira per Torino appiccicando foglietti di carta con stampata l’annuinciazione. «Li appendoContinua a leggere “Gesù sta arrivando”

Vota:

Il signor Bic

Pur avendo nome e cognome poco italiani il barone Marchel Bich nacque a Torino, il 29 Luglio 1914, in corso Re Umberto 60, dove visse fino all’età di 16 anni, per poi emigrare con la famiglia a Parigi.Il fondatore della importante industria di penne a sfera, francese lo divenne successivamente.Il suo cognome ha origine savoiarde,Continua a leggere “Il signor Bic”

Vota:

Il bandito e il Campione di Novi Ligure

Sante Pollastri, famigerato bandito pluriomicida, nato nel 1899 a Novi Ligure, famoso per le sue rapine e feroci scorribande avvenute negli anni 1915-30.Costante Girardengo, anch’egli di Novi Ligure, classe 1893, campionissimo del ciclismo epico di quei tempi, quando il solo strumento di locomozione meccanica era la bicicletta, e quella disciplina agonistica faceva da principale eventoContinua a leggere “Il bandito e il Campione di Novi Ligure”

Vota:

Un distributore di benzina a forma d’aereo

Nella periferia torinese, a lambire i piedi della collina, piu’ precisamente: in corso Mancalieri 285, angolo via Macrino D’Alba, esiste un impianto di rifornimento carburanti dalle caratteristiche particolari, tanto da divenir attrattiva per la sua semplice bellezza, per il suo originale decoro.Un autentica opera avvenieristica (quella fu al tempo della sua creazione) che a tutt’oggiContinua a leggere “Un distributore di benzina a forma d’aereo”

Vota:

Dostoevskij a Torino:

Nel lontano settembre del 1863 Dostoevskij venne a Torino.Accompagnato dalla sua amata Apollinarija Prokof’evna Suslova, fece tappa in città in attesa di ricevere danaro.Difatti, dopo aver dilapidato il suo patrimonio a Wiesbaden a causa del vizio del gioco, oppresso dai debiti e da turbolenti pensieri, lo scrittore scriverà in una lettera indirizzata al fratello, d’essereContinua a leggere “Dostoevskij a Torino:”

Vota:

Il Mausoleo della Bela Rosin

Progettato nel 1886 dall’architetto Angelo Demezzi fu ultimato nel 1888.Costruito in stile neoclassico si rifà al Pantheon romano, ha pianta circolare con diametro di 16 metri e pari altezza. Sulla parte frontale vi è un pronao (spazio davanti alla cella templare) con otto colonne alte cinque metri.Sopra il frontone vi sono riportati le effigi deiContinua a leggere “Il Mausoleo della Bela Rosin”

Vota:

Pesci del fiume Po

Le specie storicamente più caratteristiche del fiume sono il luccio, la carpa, la tinca, il persico sole e il pesce gatto.Pur essendo la salute del Fiume Po migliorata rispetto alla seconda metà del secolo scorso, (quando i fenomeni di inquinamento erano molto evidenti). Tuttavia, non è tutto oro quello che luccica: il problema principale rimane la gestioneContinua a leggere “Pesci del fiume Po”

Vota:

Il funambolo torinese

Il solo, unico funambolo italiano specializzato in grandi altezze. Si è cimentato in diverse imprese, come la traversata di piazza Matteotti a Chiavari, sospeso su un cavo teso a 20 metri d’altezza, solcando nell’aria l’intera piazza gremita di pubblico.Oppure l’attraversare camminando su un cavo sospeso nel cielo sopra il Santuario di Castelmagno, a quota 1800Continua a leggere “Il funambolo torinese”

Vota:

“Mia cara bambina, ti scrivo”

Il diario riappare dopo 50 anni A Torino, in soffitta, la signora Annamaria Novello trova un quaderno scritto da una madre per la figlia. Ma mancano i nomi. Grazie al passaparola lanciato nel gruppo Facebook di Torino Piemonte Antiche Immagini, ritrova l’allora bimbetta dai capelli biondi Antonietta Baldi, destinataria degli appunti, originaria di Oviglio (Alessandria),Continua a leggere ““Mia cara bambina, ti scrivo””

Vota:

Torino e gli Artisti di strada

L’arte da strada è la forma di intrattenimento più antica e nobile della creatività dell’uomo.La Città di Torino è da anni aperta ed accogliente verso le attività artistiche di strada, ritenendole importanti e utili per rendere migliore l’atmosfera creativa e culturale della città.Per attività di strada si intendono le esibizioni in luoghi pubblici (piazze, marciapiedi, zone pedonali) da parteContinua a leggere “Torino e gli Artisti di strada”

Vota: