Breve storia dell’illuminazione pubblica a Torino

Nel 1675, la Madama Reale Giovanna Battista di Nemours, decise di fare illuminare le strade della propria città, facendo porre in corrispondenza degli incroci lampade ad olio.
Un secolo dopo venne adottato un sistema di illuminazione più moderno, che consisteva nella dislocazione di 625 lanterne ad olio e a sego (grasso animale).
Col correre del tempo, arrivati nell’800, le lanterne a olio e sego vennero via via sostituite da quelle a gas.
Siamo arrivati alla metà dell’800 e oltrefrontiera si stava diffondendo l’arrivo dell’elettricità. Fu proprio un abitante di Piossasco, Alessandro Cruto, uno dei fautori di quest’avvento.
Nel 1882 in via Roma venne installato il primo lampione illuminato grazie all’avvento dell’elettricità.
Nel 1907 venne istituita l’Azienda Elettrica Municipale.

(Fotografia di Nina Ninova)

Pubblicato da Torino da Scoprire

Un filo conduttore unisce informazioni d’interesse turistico a quelle per la quotidiana utilità regionale e cittadina, proponendo tramite finestre virtuali: suggerimenti, aneddoti, curiosità. Di pari una finestra farà breccia sul Mondo, l’altra, la principale, collegherà a Voi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...